Guida all'acquisto del prato sintetico: tutto ciò che c'è da sapere

Guida all'acquisto del prato sintetico: tutto ciò che c'è da sapere


Guida all'acquisto del prato sintetico: vantaggi e svantaggi, come sceglierlo, come applicarlo e come mantenerlo pulito


Scegliere il tipo di erba per il proprio giardino non è una decisione da prendere sotto gamba. Ci sono diverse opzioni tra cui scegliere, le più popolari sono il prato sintetico e quello naturale.

Per una scelta consapevole in fase d'acquisto è bene valutarne le differenze principali.

In linea generale, bisognerà considerare le proprie esigenze, il clima locale, i metri quadri da coprire e il budget disponibile.


Innanzitutto il prato naturale può essere molto più costoso rispetto all’erba sintetica sia in fase di installazione che per la sua cura nel tempo. L’erba sintetica, invece, ha un costo iniziale inferiore e richiede meno manutenzione in quanto tende a deteriorarsi con meno frequenza.

Inoltre, i tappeti di erba sintetica possono essere impiantati in qualsiasi condizione ambientale, mentre il prato naturale ha bisogno di condizioni specifiche per crescere e prosperare. Pensiamo ad esempio alla necessità costante di acqua e luce solare, caratteristiche non scontate in alcune zone d'Italia.


Se dopo questo breve elenco di differenze tra prato sintetico e naturale, sei interessato a saperne di più sui tappeti di erba sintetica continua a leggere.



Vantaggi e svantaggi del prato sintetico



Il prato sintetico ha innumerevoli vantaggi soprattutto per chi non ha molto tempo (o pazienza) da dedicare alla sua manutenzione.

Infatti, il prato artificiale non richiede innaffiature, concimazioni o tagli pertanto non sarà necessario destinare tempo alle faticose ed onerose attività legate alla cura del manto erbose.

Attenzione: il prato sintetico va comunque rinfrescato per evitare che si surriscaldi e soprattutto per tenerlo pulito.


Com'è facilmente intuibile, l’erba sintetica mantiene il suo colore sempre verde indipendentemente dalle condizioni climatiche o dalle stagioni. 

Dal punto di vista ambientale, il consumo di acqua e fertilizzanti è pari a zero dunque possiamo dire che si tratta di una scelta eco sostenibile.


Naturalmente questo prodotto ha anche degli svantaggi. Ecco alcuni aspetti negativi da tenere a mente prima di prendere una decisione sono:

  • durante le giornate calde, l’erba sintetica può diventare davvero molto calda al tatto e questo può essere scomodo per chi ha animali domestici o bambini piccoli che giocano su di essa;
  • nonostante la sua longevità, l’erba sintetica tenderà comunque ad usurarsi nel tempo, soprattutto nelle aree ad alto passaggio può sbiadire o sfilacciarsi;
  • anche se richiede meno manutenzione rispetto al prato naturale, richiede comunque cure specifiche, come una pulizia regolare e la spazzolatura.

Guida all'acquisto del prato sintetico


Abbiamo cercato di stilare un elenco esaustivo delle caratteristiche da valutare prima di comprare un tappeto di erba sintetica. In fase di acquisto, è bene verificarle tutte se non si vuole rischiare di pentirsene dopo.

  • Altezza delle fibre: l’altezza dell’erba sintetica può variare da 4 mm a 40; la scelta non è solo puramente estetica ma dipende anche dall’uso previsto;
  • Drenaggio: è fondamentale assicurarsi che l’erba sintetica abbia un fondo drenante, soprattutto se collocata in prossimità di piscine o fonti d'acqua;
  • Qualità estetica: è consigliabile scegliere un tappeto di erba sintetica che abbia un aspetto quanto più naturale possibile, soprattutto se andrà installata su grandi superfici;
  • Resistenza e durabilità: è raccomandaro verificare che il prato artificiale in questione sia lavabile con acqua.


Come applicare il prato sintetico



L'applicazione del prato sintetico non mostra particolari difficoltà per chi ha esperienza di fai da te e una buona manualità. 

Innanzitutto va preparato il terreno sul quale andrà poggiato il tappeto. E' necessario livellarlo e applica un erbicida.


Solitamente il prato artificiale viene venduto in rotoli. Potrebbe essere necessario tagliarli prima di posizionarli; si consiglia di utilizzare un cutter.

Si potrà poi procedere a stendere il prato sintetico. Si consiglia di avanzare nei lavori sempre verso lo stesso lato in modo da ottenere un risultato uniforme. In questa fase è bene prestare particolare attenzione all'unione dei diversi rotoli avendo cura di eliminare la visibilità delle giunture tra i tappeti di erba sintetica.

La fase finale è il fissaggio con picchetti. Questo procedimento va fatto lungo tutti i bordi dei rotoli di tappeto.

Infine, è consigliabile utilizzare una spazzola a setole dure per rendere l'erba otticamente più naturale.


Pulizia e manutenzione del prato sintetico


Infine qualche consiglio per mantenere il prato artificiale in ottime condizioni. Ecco delle semplici linee guida per la pulizia e la manutenzione del prato sintetico:

  • rimuovi con frequenza foglie, ramoscelli e altri detriti dalla superficie del prato utilizzando un rastrello o una scopa a setole morbide;
  • elimina le macchie il prima possibile con acqua e sapone neutro oppure un detergente specifico per erba sintetica;
  • controlla regolarmente la crescita di erbacce o muschio e se necessario rimuovili prontamente con un diserbante specifico per erba sintetica;
  • evita di posizionare griglie da barbecue o altre fonti di calore direttamente sulla superficie del prato artificiale;
  • nel periodo invernale, spazzola via la neve con delicatezza; attenzione a non utilizzare sale o prodotti chimici per sciogliere la neve, poiché potrebbero danneggiare il tappeto di erba sintetica.

Kai - Avvolgitubo per acqua 10 m Boudech Nero
Fast Delivery
89,99 € 41,99 €
Paga in 3 Rate Senza Interessi
Kai - Avvolgitubo per acqua 20 m Boudech Nero
Fast Delivery
129,99 € 69,99 €
Paga in 3 Rate Senza Interessi

Redazione Franchini

Aggiorniamo la nostra community con tutte le novità, curiosità ed informazioni interessanti per coltivare le loro passioni... con passione!