Dessert con fiori eduli

Dessert con fiori eduli


Come preparare dessert con fiori eduli. Ecco la tendenza del 2023 che unisce botanica e cucina


Potrà sembrare una novità, ma in realtà l’utilizzo dei fiori in cucina trova applicazione già presso molti popoli antichi.

I romani amavano cucinare con le violette, petali di rosa e boccioli di loto fanno parte della millenaria tradizione gastronomica orientale. 

In Inghilterra era un’usanza molto diffusa soprattutto nel XV secolo quella di preparare torte con acqua di rose o aceto di sambuco; successivamente, nel XVIII secolo, divennero di moda i petali canditi per decorare dolci e pasticcini.

Invece noi italiani da sempre utilizziamo le infiorescenze di ortaggi: ne sono un esempio cavolfiori, carciofi e zucchine.


Ma come utilizzare i fiori commestibili? Vediamolo insieme, anche in maniera pratica con una semplice ricetta.



I fiori in cucina


Prima di tutto è bene sottolineare che non tutti i fiori sono utilizzabili nella preparazione di ricette: più avanti vedremo nel dettaglio quali fiori sono eduli in tutta sicurezza.

Partiamo col dire che ciò che li accomuna sono le loro proprietà benefiche:

  • poveri di grassi (contengono praticamente zero kcal)
  • ricchi di sostanze nutritive come minerali, proteine e vitamine A e C
  • colorati e profumati, perfetti per aggiungere un tocco di stile ad ogni pietanza

Quest’ultimo punto è senza dubbio il più interessante in termini di tendenze del momento, proprio perché il mangiar sano è spesso legato al concetto di piatti belli da vedere e buoni da mangiare. Aggiungere piccoli fiorellini ad una “semplice” insalata la renderà senza dubbio più piacevole al gusto e alla vista.


Se le insalate non sono il vostro genere, potrete utilizzare un mix di fiori per ottenere una delicata salsa per condire il pesce. Pestate in un mortaio dei petali di rosa con del lime, coriandolo e arancia e il gioco è fatto.

I fiori della salvia e del timo sono invece perfetti per la carne, mentre con il formaggio si sposa davvero bene il sapore leggermente piccante del crescione inglese.

Infine, per stupire i vostri ospiti con un cocktail effetto wow basterà congelare un piccolo bocciolo all'interno dei cubetti di ghiaccio.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FR


5 fiori commestibili da usare in cucina


  1. L'ibisco: i suoi petali hanno un sapore simile ai ribes rossi, il che li rende perfetti per tè e cocktail. Una sciccheria: inserendo un bocciolo in un bicchiere di prosecco, lo vedrete sbocciare sotto i vostri occhi;
  2. La lavanda: dolce e profumata, il suo fiore è perfetto per dessert e torte al cioccolato. Attenzione alle quantità: l'effetto saponetta è dietro l’angolo!
  3. Le viole: con il loro leggero retrogusto di menta, si sposano bene in macedonie e drink estivi. Per un tagliere di formaggi très chic, spalmate del formaggio fresco su dei cracker rotondi e adagiatevi una bella violetta;
  4. Le rose: grazie al loro sapore tenue e fruttato, stanno bene praticamente con tutto, in particolare bevande calde e marmellate. La rosa ha anche importanti proprietà antibatteriche e contiene vitamine C, B e K;
  5. La violetta: molto utilizzata per i suoi colori pastello, è perfetta per essere candita e utilizzata come decorazione.

Conservare i fiori eduli


Come abbiamo già detto, non tutti i fiori sono commestibili. E’ fondamentale utilizzare solo quelli adatti alle preparazioni in cucina ed è bene sapere anche come conservarli.

Si parte dalla pulizia. Dopo averli lasciati in una ciotola ampia con acqua ghiacciata, bisognerà lasciarli asciugare a lungo adagiandoli su carta assorbente.

Se non vanno utilizzati subito sarà necessario conservarli in frigorifero proteggendoli con un tovagliolo umido; ad ogni modo, si consiglia di usarli prima possibile.


Come abbiamo già detto, non tutti i fiori sono commestibili. E’ fondamentale utilizzare solo quelli adatti alle preparazioni in cucina ed è bene sapere anche come conservarli.

Si parte dalla pulizia. Dopo averli lasciati in una ciotola ampia con acqua ghiacciata, bisognerà lasciarli asciugare a lungo adagiandoli su carta assorbente.

Se non vanno utilizzati subito sarà necessario conservarli in frigorifero proteggendoli con un tovagliolo umido; ad ogni modo, si consiglia di usarli prima possibile.


In alternativa, sarà necessario procedere con l'essiccazione. La procedura da seguire è quella di adagiarli ben distanziati su un foglio di carta da forno, al riparo da fonti di luce e calore.

Quando saranno perfettamente secchi potranno essere riposti in un contenitore di vetro o latta e conservati anche a lungo.



Ricetta dei biscotti ai fiori


Non c’è che dire, i biscotti ai fiori sono tanto belli quanto buoni. Scenografici e deliziosi, sono ideali per un tè con le amiche o una colazione da favola.

La preparazione dei frollini è piuttosto semplice e si potrà scegliere la ricetta che si preferisce, magari quella tramandata in famiglia di generazione in generazione.

Per la glassa, ecco che il tocco speciale sul dessert sono i fiori eduli.


INGREDIENTI PER LA GLASSI CON FIORI EDULI

  • 100 g di zucchero a velo
  • succo di mezzo limone
  • fiori eduli canditi o essiccati (violette - rose - lavanda blu di Provenza - fiori di ciliegio)

Dopo aver setacciato lo zucchero a velo in una ciotola, aggiungete poco per volta il succo di limone, mescolando con una frusta. In questo modo otterrete una glassa fluida e densa.

Distribuite il composto ottenuto sulla superficie dei biscotti in maniera uniforme utilizzando una spatola, aggiungete fiorellini a piacere e lasciate cristallizzare la glassa per circa un’ora prima di servire il vostro capolavoro.



Redazione Franchini

Aggiorniamo la nostra community con tutte le novità, curiosità ed informazioni interessanti per coltivare le loro passioni... con passione!