Come rinfrescare casa senza aria condizionata

Come rinfrescare casa senza aria condizionata


Rinfrescare casa senza aria condizionata è possibile. Ecco le strategie da applicare per farlo in maniera economica e sostenibile


Per rinfrescare casa senza aria condizionata ci sono diverse accortezze da adottare. Ognuna di esse presa singolarmente non produrrà grandi risultati, ma insieme possono fare la differenza.

Continua a leggere per scoprire preziosi metodi per raffreddare casa che ti consentiranno di sopravvivere alla calura estiva.



Metodi efficaci per una casa fresca



Negli ultimi anni le temperature estive sono diventate sempre più alte e sopravvivere al caldo estivo sembra oramai un'impresa titanica.

Tutti coloro che poco sopportano l'aria condizionata cercano metodi alternativi per rinfrescare casa e apprezzeranno questi consigli.


Innanzitutto è importante evitare più possibile che entri il caldo dall'esterno. Durante la notte, è bene aprire le finestre per far entrare l’aria fresca, ma di giorno è opportuno tenerle chiuse per evitare che il calore penetri.

Stesso discorso vale per i raggi del sole. Chiudere tende, persiane e tapparelle mantiene gli ambienti della casa sempre in ombra e questo aiuterà a tenerli più freschi.


Infine, non tutti sanno che le piante aiutano ad abbassare la temperatura interna di qualche grado. Infatti, quando l'ambiente circostante si riscalda le piante rilasciano umidità dalle foglie attraverso il processo di traspirazione, contribuendo a mitigare la condizione termica della stanza. 

Se vuoi sapere quali sono le piante da interni che purificano l’aria, dai un'occhiata qui.


Rinfrescare casa con i ventilatori


I ventilatori sono una buona alternativa all’aria condizionata. Per creare una corrente d’aria valida sarà sufficiente posizionarli strategicamente.

Esistono diverse tipologie di ventilatori, nella scelta di quello più adatto alle proprie esigenze sarà necessario valutare l'ampiezza della camera da rinfrescare e il consumo energetico.

I ventilatori da soffitto sono ideali per ambienti ampi e possono essere con o senza luce.

Sia quelli a piantana che quelli a torre occupano poco spazio e al giorno d'oggi se ne trovano anche modelli di design che rispettino lo stile dell'abitazione.

Infine, i ventilatori da tavolo, leggeri e maneggevoli, perfetti per gli spazi più piccoli.


Assai meno conosciuto è il raffreddamento a evaporazione. I dispositivi di raffreddamento a evaporazione, noti anche come raffrescatori ad aria, funzionano attraverso un serbatoio d'acqua e un ventilatore. L'aria calda viene aspirata attraverso un pannello o una membrana umidificata, l'acqua evapora, assorbendo calore dall'aria e abbassando la sua temperatura prima di essere immessa nuovamente nell'ambiente.

Sicuramente questo prodotto è tra quelli che consuma meno energia ed anche più ecologico, data l’assenza di refrigeranti chimici, ma è anche vero che non riescono a raggiungere temperature tanto basse quanto i condizionatori.