Come pulire i mobili da giardino

Come pulire i mobili da giardino


Consigli e suggerimenti per la corretta manutenzione dei mobili da giardino: pulire i mobili da giardino in modo preciso e costante ne aumenterà la durata nel tempo


I mobili da giardino sono ideati per resistere agli agenti atmosferici ovvero stare lunghi periodi all’aperto, tuttavia solo con un’adeguata manutenzione sarà possibile preservarli il più a lungo possibile.

Effettuare una pulizia regolare è il modo migliore per preservare l’integrità dei materiali e soprattutto la loro estetica.

Com’è facilmente comprensibile, i mobili da giardino si sporcano molto e andrebbero lavati con regolarità. Soprattutto in seguito a rovesci, è bene occuparsene subito e non lasciarli bagnati di pioggia a lungo.


In commercio si trovano molti detergenti specifici per mobili da esterni, ma nella maggior parte dei casi sarà sufficiente diluire un sapone neutro in una bacinella con acqua e usare un panno morbido o una spazzola per lo sporco ostinato.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, è sempre meglio utilizzare acqua fredda.


Qualora i mobili restassero sporchi a lungo o in caso di eventi atmosferici gravi come le alluvioni si potrà ricorrere all’utilizzo di un’idropulitrice, dopo aver verificato che la pressione della macchina sia compatibile con il pezzo d’arredo in questione.

In ogni caso, prima di iniziare è consigliabile provare il getto su una parte poco visibile per regolare la potenza giusta ed evitare qualsivoglia danno.

Le idropulitrici sono un prodotto completo in quanto sono indicate per la pulizia generale di terrazzi e giardini, in modo particolare dopo l’inverno e per rimuovere eventuali sedimenti di fogliame, fanghiglia, muffe e muschi. Il vantaggio di utilizzare questo dispositivo è quello di intervenire con un unico strumento su tutte le diverse superfici presenti nel proprio spazio all’aperto. Basterà solo regolare la pressione per garantirsi un’azione mirata e specifica.


Entriamo ora nel dettaglio e vediamo come pulire i mobili da giardino a seconda del materiale in cui sono realizzati.



Come pulire i mobili da giardino in plastica


I mobili da giardino in plastica sono abbastanza facili da pulire, a meno che non siano graffiati e quindi abbiamo incamerato lo sporco nelle fessure.

E’ possibile acquistare un prodotto specifico con agenti attivi oppure utilizzare del comune sapone per i piatti, diluito in acqua.

Nei casi in cui sia necessario rimuovere delle macchie, una buona idea è quella di preferire l’alcool. Si consiglia di provare prima con un batuffolo in un angolo poco visibile, in modo da evitare danni non risolvibili.


Sbiancare i mobili da giardino di plastica bianca


Dopo diversi anni di utilizzo frequente ed esposizione al sole prolungata, potrebbe capitare che i mobili in materiale plastico bianco si siano ingialliti. In questi casi si potrà ricorrere a dei metodi casalinghi per provare a sbiancarli. Uno di questi è l’utilizzo dell’acqua ossigenata, passata direttamente con un panno umido.

Un’alternativa più aggressiva ed inquinante è la candeggina, diluita in acqua. Attenzione, questa andrà prontamente risciacquata con abbondante acqua per evitare che faccia effetto rebound e renda i mobili ancora più gialli.


Come pulire i mobili da giardino in resina


La resina è un materiale plastico molto resistente e duraturo, per questo motivo spesso usato per i mobili da giardino.

Per la sua pulizia si può ricorrere allo stesso metodo dei mobili in plastica ovvero usare una spugna imbevuta d’acqua e detersivo per piatti. Qualora gli arredi siano impolverati, soprattutto se la finitura è intrecciata, si consiglia di rimuovere sempre prima la polvere.