Come preparare il terreno per la semina e il trapianto

Come preparare il terreno per la semina e il trapianto


Guida pratica per preparare il terreno per la semina e il trapianto di giovani piantine non solo nell'orto


Preparare il terreno è fondamentale per ottenere una buona crescita delle piante. Prima di seminare o trapiantare, è essenziale dedicare tempo alla preparazione del suolo. Tre aspetti chiave da considerare sono la concimazione, l’aerazione e la rimozione delle erbacce.


Il processo di concimazione è quello che fornisce alle piante i nutrienti essenziali per una crescita vigorosa. Anche il semplice prato necessita di concime specifico; spesso il più indicato contiene azoto, fosforo e potassio.

Il concime va applicato in modo uniforme su tutto il prato almeno due volte l'anno; la primavera è il momento ideale per farlo!


Per permettere all'aria, all'acqua e ai nutrienti di raggiungere le radici è essenziale arieggiare il terreno. Questa attività può esser fatta manualmente o con l'aiuto di apposita attrezzatura di cui parleremo più avanti. Anche questa operazione va svolta almeno una volta all'anno, preferibilmente in primavera o in autunno.

Infine, da non trascurare la rimozione delle erbacce che purtroppo competono con l'erba coltivata per i nutrienti e lo spazio. Se necessario, si può ricorrere anche ad erbicidi selettivi che eliminano le erbacce senza danneggiare il manto erboso.



Giardinaggio per principianti: attrezzi essenziali



La preparazione accurata del terreno è la base di partenza essenziale per un giardino rigoglioso. Gli attrezzi giusti vanno scelti in base al proprio livello di esperienza e alle dimensioni dello spazio verde da curare.

Se sei alle prime armi, ecco qui un elenco completo degli attrezzi che proprio non possono mancare:


  • Zappa o vanga: questi piccoli utensili alla portata di tutti servono per rivoltare il terreno, rompendo i grumi e migliorando la struttura del suolo; sono essenziali per l’aerazione, prodimento base che come abbiamo già accennato non va mai trascurato;
  • Rastrello: anche in questo caso è uno strumento di facile utilizzo, adatto per livellare il terreno e rimuovere sassi, radici e detriti;
  • Forbici o coltello per erbacce: talvolta non è facile estirpare le erbacce e potrebbero essere necessaria attrezzatura apposita; questo passaggio è fondamentale in quanto le erbacce rubano inutilmente nutrienti e spazio alle piante coltivate;
  • Rullo da giardino: si tratta di un attrezzo estremamente facile da maneggiare ma con un compito fondamentale ovvero livellare il terreno ed eliminare piccoli avvallamenti e irregolarità; il suo utilizzo è essenziale prima di posare nuovi prati e per la preparazione del letto di semina; può anche essere usato dopo la scarificazione e per compattare i terreni sabbiosi.